Cosa fanno in USA: l’educazione caratteriale

Da poco più di sei mesi sono tornato a vivere in america per lavoro. Rispetto alla prima volta (dieci anni fa) oggi guardo questo Paese con occhio più critico. Mi accorgo di problemi e contraddizioni che prima mi sfuggivano. Non è il paradiso.

Eppure qua il rispetto delle regole è sentito a un livello che noi in Italia non conosciamo. Magari lo è per imposizione – perché qua le forze dell’ordine mettono davvero soggezione – ma il risultato non cambia.

Ma non è esattamente di questo che voglio parlare.

Oggi mi sono messo a sfogliare il sito del Department of Education (il loro Ministero dell’Istruzione) in cerca di programmi di “educazione civica”, intesa come educazione dei bambini e dei ragazzi al rispetto delle regole e ai principi della vita in comunità; in breve ho scoperto che qui in USA quel che cercavo è conosciuto con un altro nome, ben più evocativo: character education, educazione CARATTERIALE!!

Dal sito del Dipartimento dell’Educazione (http://www2.ed.gov/admins/lead/character/brochure.html):

“Throughout history, character education has been the shared responsibility of parents, teachers and members of the community, who come together to support positive character development. Character education teaches the habits of thought and deed that help people live and work together as families, friends, neighbors, communities and nations.

Queste parole mi sembrano molto significative.
Il sito è pieno di documentazione sull’argomento: programmi, finanziamenti, risorse didattiche. C’è perfino una sezione con materiale di supporto per i genitori, in cui ho trovato questo libretto (Helping your child become a responsible citizen) che mi ricorda così tanto le mie vignette di qualche post fa.

All’interno si parla di:

  • Compassion
  • Honesty and Fairness
  • Self-disciplinehyc_citizen
  • Good Judgment
  • Respect for Others
  • Self-respect
  • Courage
  • Responsibility
  • Citizenship and Patriotism

Insegnamenti semplici, concetti disarmanti. In apparenza. Pensiamo forse che i nostri bambini li apprendano automaticamente senza bisogno che qualcuno glieli insegni?

Annunci

Un commento

  1. “Alike for the nation and the individual the one indispensable requisite is character”: parole di Roosevelt, incise su una pietra proprio sull’isola a lui intitolata che si trova in DC. Coraggio, duro lavoro, auto-maestria, intelligenza, gentilezza: sono tutte parole sue, scritte lì, non mi stupirebbe se messe così in bella vista con una certa strategia. In cima all’incisione, un titolo: YOUTH. Un appello ai giovani.
    Da residente negli US, ho visto che anche qui hanno i loro problemi. Ma di sicuro la coscienza di carattere e la cultura dell’educazione sono radicate in loro molto più che in noi. E dovremmo prendere esempio, non ho dubbi. Educare il carattere è saggio e i nostri bambini italiani ne avrebbero bisogno, eccome!
    Allo stesso tempo, non dimenticherei di lasciare spazio al gioco, la spensieratezza e la spontaneità. A volte, vivendo in DC, mi ha molto rattristato vedere questi bimbi americani tesi come corde di violino e rigidi nella loro educazione. Mi chiedo se sia questo uno dei motivi per cui, da adulti, in molti si robotizzino senza riuscire ad andare oltre la regola oppure escano fuori di testa sparando sulla folla.
    Ad ogni modo, così come adesso è l’Italia, l’educazione caratteriale dovrebbe essere d’obbligo… Troppi cattivi esempi in politica, poca educazione civica a scuola, tv spazzatura. Per fortuna ci sono esseri umani più consapevoli e responsabili (come te!)… Sei molto ispirante e, visto che i primi insegnanti sono i genitori, sarai anche un padre fantastico! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

seinviaggio

I passi di sei persone con gli occhi aperti sul mondo

EDUCARE X CAMBIARE

Si può costruire un'Italia migliore?

Michele Borba

Si può costruire un'Italia migliore?

What's Happening in Character?

Si può costruire un'Italia migliore?

Cruxcatalyst: The Heart of Change

Supporting Sustainability Change Agents To Be Effective Communicators

Still Words

Si può costruire un'Italia migliore?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: