In questo è meglio non imitare l’America

Questo post ha poco a che fare con il tema del blog, tuttavia l’esperienza che ho fatto ieri è stata talmente significativa che merita di essere registrata. E serve a ricordare, anche a me stesso, che ci sono cose per cui apprezzare l’Italia.

Ieri sono andato a vedere un “gun show”, una fiera di armi da fuoco. Ho visto con i miei occhi perché è così difficile per il governo americano impedire che massacri senza motivo come quello di Aurora o di Newtown continuino a ripetersi. Perché in questo Paese i poliziotti continueranno ad avere paura ogni volta che fermano una macchina per una piccola infrazione e si avvicinano al finestrino.

Fucili d’assalto semiautomatici. Costo 1500-3000$

Chiunque – davvero chiunque! – qui può procurarsi una pistola, una carabina di precisione, un fucile d’assalto semiautomatico e tutte le munizioni che desidera. E circa un adulto su trenta va in giro con una pistola carica permanentemente nascosta addosso, per difendersi in caso di aggressione.

Io non so se, come affermano i difensori del secondo emendamento, le armi libere contribuiscono a ridurre il crimine. Né se fungano davvero da deterrente per evitare che il governo si trasformi in dittatura. Di sicuro il gun show – enorme negozio di giocattoli – ti fa capire le dimensioni del business che sta dietro a questo fenomeno.

IMG_0006

Pistole di piccole dimensioni. Costo 150-300$

Fucili di precisione di grosso calibro (12,7mm)

Fucili di precisione di grosso calibro (12,7mm)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

seinviaggio

I passi di sei persone con gli occhi aperti sul mondo

EDUCARE X CAMBIARE

Si può costruire un'Italia migliore?

Michele Borba

Si può costruire un'Italia migliore?

What's Happening in Character?

Si può costruire un'Italia migliore?

Cruxcatalyst: The Heart of Change

Supporting Sustainability Change Agents To Be Effective Communicators

Still Words

Si può costruire un'Italia migliore?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: